L'ELITE DEI LAICI

30.04.2016 07:15

Sono anni che dibatto , con amici , credenti e non , fedeli o atei che siano e con confratelli sui tanti laici che lavorano per la Chiesa che lavorano nel campo pastorale o del volontariato . Ne ho anche scritto in quest’anno di vita del vostro sito cari amici di Chiesa Controcorrente . Non sono a conoscenza di ciò che capita , nel mondo , in Italia , in Piemonte , nella mia diocesi del fenomeno , ma ho osservato ciò che capita ed è capitato nella mia parrocchia , quelle di quando ero bambino che è la stessa in cui io svolgo la mia professione , in cui vive mia madre e in cui lavora , coadiuvato da suoi fratelli , mio figlio maggiore . Per chi vive in diocesi e mi conosce personalmente è facile individuarla, ma per la maggior parte di voi cari amici di Chiesa Controcorrente , è impossibile individuarla , ed è per questo che la indico nella parrocchia della cattedrale , perché non ho la “ coda di paglia “ come molti fedeli laici e confratelli , che spettegolano tra di loro all’angolo delle piazze ….. no , la verità va innanzitutto cercata , poi conosciuta , quindi va detta e se non recepita va urlata . Il leggere su Vatican Insider che lo stesso Papa riconosce un anomalia nel comportamento dei laici impegnati all’interno della Chiesa , dunque nella pastorale e dei preti nel permettere l’anomalia , mi consola , allora non sono uno stupido , né un sociopatico come spesso mi dipingono , perché chi dissente ed è dissidente è considerato un pazzo , uno che non sa stare in società , perché la Chiesa , quei laici anomali e quei preti anomali , la considerano così , un tipo di società , la loro società , roba loro …. per loro … cosa nostra . Il Papa parla di questo fenomeno come “ una delle deformazioni più grandi “ che la Chiesa deve affrontare , lui ne parla per l’America latina io della parrocchia della cattedrale ,entrambi la osserviamo nei luoghi di nostra conoscenza , ergo , è diffusa ovunque l’anomalia al pari della pedofilia e come questa è una deformazione e alla deformazione si prega lo Spirito : “ drizza ciò che è sviato “ e “ piega ciò che è rigido “ . La responsabilità di ciò va cercata nella gerarchia , scrive il Santo Padre : “ abbiamo generato una élite laicale , credendo che sono laici impegnati solo quelli che lavorano in cose da preti , e abbiamo dimenticato , trascurandolo , il credente che molte volte brucia la sua speranza nella lotta quotidiana per vivere la fede “ . “ Il sonno della ragione “ come scrisse Goja “ genera mostri “ così è stato generato il clericalismo , da chi avrebbe dovuto generare alla fede al contrario ha generato la sterilità , perché questa èlite laicale ( che io chiamo le top model ) è sterile e i credenti trascurati , proprio perché trascurati , sono condannati anch’essi alla sterilità . Il clericalismo per il Sommo Pontefice : “ va spegnendo poco a poco il fuoco profetico di cui l’intera Chiesa è chiamata a rendere testimonianza nel cuore dei suoi popoli “ . Io penso al mio popolo perché questa è la mia realtà , qui è la mia battaglia che constato comune , universale , perché la Chiesa prima di essere particolare è universale benchè ci insegnino il contrario . La Chiesa patisce ciò che patisco , perché come scrive Paolo se soffre un membro del corpo ne soffre il corpo intero . E’ da sempre che richiedo che questi élite di laici lasci i suoi incarichi , i suoi uffici proprio per il bene della Chiesa e che i preti si adoperino a fondo affinché questi se ne vadano e vi introducano in questo modo il cambiamento , la turnazione , investendo proprio su quei laici che frequentavano e che non frequentano più perché il loro spazio gli è precluso dalla consuetudine , dall’ordinarietà , dalle top model , borghesi perbenisti grandi amici del prete ( sino ad essere ruffiani ) che arrivano a comprarsi il prete . Coscienza vuole che un buon fedele non passi da un ufficio all’altro , ma che resti il tempo necessario per preparare il suo successore , per poi dedicarsi alla preghiera a favore di chi gli subentrerà . San Francesco , dalle top model dell’ordine che lui stesso aveva fondato , fu messo da parte , al primo Capitolo , detto delle Stuoie , le top model lo misero da parte , cioè non ne ha ne riconobbero più il carisma , visse ai margini , relegato alla periferia del suo ordine ….. sopportato …. per poi , alla sua morte , essere santificato ….. schifosa e borghese ipocrisia , in cui le top model , l’élite di laici , sono maestri . Questa gente deve andarsene , deve sentire che è chi regge la Chiesa che glielo chiede , come lo chiede a tutto il clero , sia preti che vescovi , ma soprattutto ai vescovi che con il papa condividono la comunione episcopale … o no ? Il mio la divide poco , fa quello che vuole come ai tempi dell’impero Romano le tante province lontane dalla città eterna …. fatti suoi , ma è mio dovere riprenderlo , perché non è per niente diverso da me , terra , siamo fatti di terra … polvere …. che si disperderà al vento e anche presto …… il tempo degli onori sta per finire Principe . Poi da buon gesuita , il Santo Padre , cita il fondatore della sua Congregazione, S.Ignazio : “ secondo le necessità dei luoghi , tempi e persone “ , con questa frase , il Papa auspica , per tutta la Chiesa terrena , una pastorale controcorrente che non uniformi o omologhi “ la nostra gente “ ma la introduca in quella “ inculturazione “ della fede che “ è un lavoro artigianale e non una fabbrica per la produzione in serie di processi che si dedicherebbero a fabbricare mondi e spazi cristiani “ . Al Papa la chiarezza non manca , ….. chissà se lunedì mattina passando davanti all’episcopio ,al seminario (che non esiste più ) , alla parrocchia della cattedrale e alle sedi dei vari uffici diocesani si potranno vedere i furgoni delle ditte di traslochi che sbaraccano le masserizie delle top model o come li chiama più elegantemente il Papa dell’ élite di laici ? Se il mio vescovo fosse solo in comunione con il Santo Padre ( quindi anche non possedendo gli attributi che non ha ) lunedì mattina sarebbe lì a dirigere i traslochi per far entrare aria fresca nei suoi palazzi … oggi e da anni piuttosto impestati di aria fetida !